Skip to content

IVO RUZZENE

Ultimo ad entrare nella band, Ivo conduce una vta (ndr: il termine vta sta per “vita” perchè, sin da bambino, Ivo era in spending review di vocali) timida e ritirata sino ai 42 anni di età quando esce di casa per la prima volta e vede Dislash nel deposito che butta il vecchio contrabbasso nel cassone del legno. Incuriosito, nottetempo, lo va a recuperare ed inizia a suonarlo: è amore a prima vsta (spending review di “vista”)!

Per sei lunghi anni si esercitò da solo nella sua camerata (ndr: il termine camerata è corretto, perchè lui non aveva una “cameretta” come tutti i bambini e neanche una camera in quanto aveva abbondantemente superato la quarantina – ndr bis: il termine quarantina è corretto, da non confondere con “quarantena”) quando un bel giorno il fratello Agro entrò e gli disse: “Vuoi venire a suonare il basso con i Nuovi Giovani?” “Sì ma io suono il contrabbasso” rispose Ivo. “Ma il basso pesa meno e ha la tracolla” aggiunse Agro. “Allora va bene” rispose Ivo.